NOLEGGIO SALA PIANIGIANI

Descrizione della sala e delle dotazioni

PRENOTAZIONE SALA

Via San Francesco 4/1 – scala A 

1° piano ( con ascensore)

Posti  a sedere :  35 ( max 50)  

                      

Dotazioni:  

- tavolo per relatori

- sedie con e senza  tavoletta

- schermo mobile per proiezioni

- proiettore portatile  

- casse

- Tv  42” con ingresso USB e HDM

- Free wi-fi

- Lavagna a fogli mobili su richiesta

Tariffario

Costo orario: € 15 iva compresa

Si applica una maggiorazione del 20% per affitti fuori orario  lavorativo ( dopo le ore 18.00 , sabato e festivi )

Preventivo pacchetti personalizzati di utilizzo sala con durata variabile ( incluso accesso con chiavi )

 

Per informazioni :

tel 040 370408

e-mail :  ufficio.comunicazione@aclitrieste.it

Servizio catering in house

Coffee Break : a partire da € 5.00 a persona

Light Lunch : a partire da € 10 a persona

Buffet per pranzo o aperitivi : su richiesta

1/1

Condizioni generali per la concessione in uso temporaneo delle sale

Art. 1

Le presenti condizioni Generali di Contratto regolano le modalità e i termini di concessione in uso temporaneo delle sale delle Acli Provinciali di Trieste , via San Francesco 4/1  in Trieste.

Art. 2

Con la firma del presente atto , il Concedente assume l’obbligo di mettere a disposizione del Richiedente esclusivamente le sale e i servizi individuati per il periodo determinato e il Richiedente dichiara espressamente di aver preso visione e/o di conoscere le caratteristiche strutturali e tecniche delle sale e dei servizi e che gli stessi sono idonei all’uso richiesto, esonerando a tal fine il Concedente da qualsiasi responsabilità.

Resta salva la facoltà del Concedente di utilizzare le sale non richieste per lo svolgimento di altre manifestazioni, anche concomitanti, purchè non impediscano il regolare svolgimento della manifestazione oggetto del contratto. .

Art. 3

Gli spazi concessi verranno utilizzati esclusivamente per lo svolgimento della manifestazione/ evento indicati nel modulo di richiesta.

Art. 4

Per i  corrispettivi di concessione delle sale e dei servizi  viene emessa fattura a vista .

In caso di mancato, tempestivo ed integrale pagamento secondo i predetti termini e modalità, sarà in facoltà del Concedente rifiutare al Richiedente l’utilizzo delle sale e degli spazi fino a quando non sia stato interamente saldato l’importo dovuto.

Art. 5

L’introduzione nelle sale, da parte del Richiedente, di macchinari, strumenti, addobbi, scenografie, ecc., dovrà essere preceduta da specifica richiesta  e non potrà avvenire senza il preventivo e discrezionale consenso del Concedente.

In ogni caso l’introduzione di tali elementi non sarà ammessa qualora comporti alterazione o manomissione delle strutture e degli arredi ovvero comprometta la sicurezza dell’ambiente.

Le strutture impiegate dal Richiedente dovranno essere autoportanti. E’ fatto assoluto divieto di effettuare, all’interno delle sale ed all’esterno del Centro, ritocchi di colore e di imbiancature, operazioni di taglio di materiali: tutti gli allestimenti dovranno essere preventivamente completati e soltanto assemblati in loco.

Art. 6

L’orario normale giornaliero per l’utilizzo delle sale e dei servizi congressuali sarà compreso tra le ore 9.000 e le ore 18:00. Ogni diverso orario dovrà essere preventivamente concordato per iscritto al momento della prenotazione delle sale e comporterà addebiti supplementari a carico del Richiedente, secondo le tariffe del Concedente.

Art. 8

All’interno della sede delle  Acli in via San Francesco 4/1  è vietato:

a) fumare;

b) introdurre animali;

c) introdurre sostanze infiammabili;

d) ingombrare in qualsiasi maniera le uscite di sicurezza;

e) occultare o spostare le attrezzature antincendio;

f) occultare o spostare la segnaletica indicante le vie di esodo.

Art. 9

Al termine del periodo di utilizzo, il Richiedente dovrà riconsegnare le sale ed i locali d’appoggio nello stesso stato d’uso o funzionamento in cui le ha ricevute.

Il Richiedente sarà ritenuto responsabile degli eventuali danni a cose o persone, ammanchi e manomissioni verificatisi durante il periodo di utilizzo delle sale ed egli manleverà e terrà indenne il Concedente da eventuali pretese di terzi al riguardo.

Un incaricato del Richiedente visiterà con un incaricato del Concedente le sale concesse ed i locali d’appoggio, sia prima della manifestazione, al fine di accertare la loro perfetta funzionalità, sia dopo la manifestazione, per verificare che non siano stati causati danni.

Il Concedente declina ogni responsabilità inerente alla custodia dei beni mobili di proprietà di terzi depositati in conseguenza della manifestazione e dei danni da chiunque arrecati a tali beni mobili e il Richiedente manleverà e terrà indenne il Concedente da eventuali pretese di terzi al riguardo.

Il Richiedente ha inoltre l’obbligo di recuperare gli eventuali documenti e materiali, lasciati presso le Acli  provinciali di Trieste entro il termine che verrà stabilito  su richiesta del Richiedente.  Dopo questo periodo i documenti e i materiali verranno eliminati, senza oneri o responsabilità a carico del Concedente.

Art. 10

In caso di inadempienza del Concedente, che comporti l’impedimento della manifestazione, sarà rimborsato l’importo,  se versato in anticipo , escluso ogni ulteriore risarcimento.

Il concedente è comunque esonerato da qualsiasi responsabilità in caso di inadempimento dovuto a cause di forza maggiore quali, fra l’altro, black-out elettrico, guasti tecnici alle apparecchiature , eventi naturali straordinari.

Art. 11

Il Richiedente è tenuto ad osservare i regolamenti e le prescrizioni di P. S., le norme di igiene e le disposizioni di sicurezza all’interno della struttura congressuale, nonché le norme generali e particolari relative all’organizzazione e all’esercizio delle attività inerenti lo svolgimento della manifestazione.

Il Richiedente dovrà inoltre munirsi a proprie spese di tutte le licenze ed autorizzazioni necessarie (comunali, sanitarie, SIAE, ecc..) assumendo ogni responsabilità per eventuali omissioni anche dovute a non conoscenza di specifiche norme di legge, intendendosi comunque esclusa ogni responsabilità del Concedente per eventuali omissioni o inosservanze a tali disposizioni.

Per motivi di sicurezza, il Richiedente riconosce il diritto al Concedente a non ammettere un numero di persone eccedente la capienza delle sale prenotate.

Art. 12

Tutte le controversie che dovessero insorgere in relazione al presente contratto, comprese quelle inerenti alla sua validità, interpretazione, esecuzione e risoluzione saranno sottoposte al tentativo di conciliazione secondo le previsioni del Regolamento di conciliazione della Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Trieste  che le parti dichiarano di conoscere ed accettare interamente.

Qualora non si pervenga ad un accordo in sede di conciliazione, si conviene di deferire la controversia oggetto del tentativo di conciliazione medesimo alla decisione di un arbitro, da nominarsi in conformità al Regolamento della Camera Arbitrale di Trieste , che le parti dichiarano espressamente di conoscere ed accettare interamente.

L’arbitro unico deciderà in via rituale e secondo diritto comunque nel rispetto delle norme inderogabili di cui agli artt. 806 e seg. del Codice di Procedura Civile.

 

 

 

Acli Provinciali di Trieste

Via San Francesco 4/1 - Scala A | 34133 Trieste (TS)

C.F. 90014250329 | P.IVA 01250570320

tel. 040 370408 | trieste@acli.it | ufficio.comunicazione@aclitrieste.it

FB: Acli Provinciali di Trieste 

Instagram: aclitrieste

© 2019 by Acli Provinciali di Trieste created with Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now